La ripartenza secondo le Micro Imprese: scopri lo studio

 Capitolo 9

Estensione della linea prodotti: da dove iniziare

Vuoi proporre nuovi prodotti, ma senza correre troppi rischi? Scopri cos’è l’estensione di linea e alcuni capisaldi da cui avviare questo processo.

Autore: Fatture in Cloud

L’estensione della linea di prodotto assume un ruolo fondamentale nel processo di crescita aziendale. Può essere meno rischiosa che lanciare prodotti o servizi totalmente nuovi, permetterti di adattarti con maggiore flessibilità alle sempre mutevoli esigenze dei clienti e del mercato e rappresentare la spinta che stavi cercando per lanciare il tuo business.

Vediamo cosa s’intende con estensione di linea e alcuni consigli per intraprendere questa operazione con successo.

 

Cosa vuol dire estensione di linea

L’estensione di linea (o, in inglese, product line extension), avviene quando si lancia un nuovo prodotto associandolo a un brand affermato e rimanendo all’interno della stessa categoria merceologica.

Ad esempio, applichi un’estensione di linea quando decidi di realizzare un prodotto simile a quello che commercializzi attualmente, ma accrescendone la qualità e aggiungendo elementi di pregio. L’obiettivo è quello di rendere appetibile le tua offerta a segmenti di mercato che, con i tuoi prodotti attuali, non riesci a soddisfare.

Attenzione a non confondere l’estensione di linea con quella di marca. L’estensione di marca, infatti, si ha quando, con lo stesso brand, si lancia un prodotto nuovo appartenente a una categoria totalmente diversa.

 

Da dove iniziare per estendere la linea di prodotto

Ecco alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a stabilire l’estensione di linea su esigenze reali, con obiettivi precisi e quindi con maggior possibilità di successo.

1. Ascolta i clienti

Puoi ottenere moltissime informazioni e spunti per variare la tua offerta ascoltando i tuoi clienti.

Chiedi sempre un loro feedback dopo ogni acquisto effettuato, resta in contatto con loro attraverso le newsletter e i social media. Proponi sondaggi e classifiche di preferenza.

I tuoi clienti possono darti idee e suggerimenti estremamente importanti per capire se e come aumentare la tua offerta di prodotti o servizi.

2. Più quantità e più qualità

Estendere la tua linea di prodotti significa aumentare non soltanto la quantità ma anche la qualità della tua offerta. Ecco alcuni modi in cui puoi farlo:

  • Cerca di capire come il tuo prodotto/servizio può trovare spazio in un mercato più ampio
    In che modo potresti raggiungere un pubblico più vasto? C’è qualche nicchia di mercato ancora libera e disponibile?
    Utilizzando il feedback dei clienti e le ricerche di mercato, inclusa l’analisi dei competitor, puoi comprendere su quali aspetti puntare per fare il tuo ingresso in uno scenario più ampio. Ad esempio, un’azienda agricola potrebbe ampliare il proprio business diventando fornitore di una catena di ristoranti.
  • Offri varie fasce di prezzo per adattarti a diversi clienti
    Come puoi far sì che i tuoi prodotti o servizi abbiano un prezzo appetibile per i clienti?
    Ad esempio, offrendo diversi pacchetti (basic, standard, premium), dando così ai clienti una gamma di opzioni tra cui scegliere in base al loro budget e alle loro esigenze.

software

3. Comprendi e segui le tendenze del mercato

È importante restare sempre aggiornati sulle tendenze dei mercati, sull'andamento generale dell’economia, sulle mode e sulle abitudini del pubblico.

Dal web alle riviste di settore, dalle pubblicazioni delle associazioni di categoria a eventi come meeting e seminari, tutto può aiutarti a restare sempre sul pezzo, adattando la tua offerta ai cambiamenti del mercato.

L’industria alimentare negli ultimi anni punta sempre più su concetti come Bio, sano, sostenibile ecc. perché è evidentemente in quella direzione che vanno le preferenze del pubblico.

4. Crea partnership con altre realtà

Valuta la possibilità di creare una partnership con un’altra realtà imprenditoriale che sposi i tuoi valori o che sia già posizionata nella nicchia di mercato a cui aspiri.

Ad esempio, un’azienda di imballaggi eco sostenibili potrebbe collaborare con una realtà agricola biologica per il packaging e dei loro prodotti, o una ditta di abbigliamento potrebbe collaborare con una catena di fast-food per le divise degli impiegati e per omaggi e regali per i loro clienti.

5. Aumenta i tuoi canali di distribuzione

Cerca di sfruttare tutte le possibilità per far conoscere, distribuire e vendere i tuoi prodotti. Il fatto che tu abbia già un tuo e-commerce non ti impedisce di vendere i tuoi prodotti anche su altri marketplace, né di aprire dei pop-up shop (negozio temporaneo) in occasione di alcuni eventi o momenti particolari, come La Fashion Week o il Salone del Mobile a Milano, il Carnevale di Venezia, ma anche semplicemente durante il periodo dei Mercatini di Natale o durante l’alta stagione nelle località turistiche.

Con l’estensione di linea proponi un prodotto nuovo a segmenti per te nuovi o a un pubblico più ampio, ma pur sempre appartenenti al tuo mercato di riferimento. Cosa succede se, invece, vuoi offrire un prodotto che già commercializzi a un mercato nuovo? In questo caso avrai a che fare con l’espansione di mercato, che approfondiremo nel prossimo capitolo.

software